Forum >> Principianti >> Sintassi ++ e --

Pagina: 1

Salve potreste per favore spiegarmi questo codice, e perche' il suo output e' 3?

N.B. non scrivo da una tastiera italiana.


def new(a,b,c):
    ++a # cosa significano i  due +  prima di a ?
    --b # cosa significano i  due - prima di b?
    c=a+b    
    return c

>>>print(new(1,2,3))
3
>>>
Nella 4-a linea di codice, c=a+b , se io per esempio chiamo la funzione new(2,3,7), quindi con c=7, che valore avra' il return c? 5 o 7?






Dove hai trovato quel codice? Quello è C, non Pyhton. In Python non esiste "++" come operatore, e "++a" è una noop (non fa nulla). Se vuoi incrementare di uno, in Pyton devi riassegnare: "a = a+1" oppure "a += 1" (perché "+=" esiste).


Il resto del codice è Python, anche se non un Python molto intelligente, visto che il parametro "c" passato alla funzione non viene utilizzato. La funzione restituisce banalmente la somma dei parametri "a" e "b".



https://leanpub.com/capirewxpython: Capire wxPython, il mio libro
https://pythoninwindows.blogspot.com: Python in Windows, il mio blog e le mie guide
Dove hai trovato quel codice? Quello è C, non Pyhton. In Python non esiste "++" come operatore, e "++a" è una noop (non fa nulla). Se vuoi incrementare di uno, in Pyton devi riassegnare: "a = a+1" oppure "a += 1" (perché "+=" esiste).


Il resto del codice è Python, anche se non un Python molto intelligente, visto che il parametro "c" passato alla funzione non viene utilizzato. La funzione restituisce banalmente la somma dei parametri "a" e "b".




Il codice l' ho trovato su "SoloLearn" un' app sicuramente nota a molti, non e' la sola fonte dalla quale cerco di apprendere Python comunque...




Grazie comunque del chiarimento

Beh, se su questa app hai trovato proprio quel codice, allora vuol dire che è un altro dei numerosi strumenti che si possono buttar via senza problemi.


Davvero, adesso non dico a te in specifico, parlo in generale.


Ci sono molte sfumature e molte situazioni diverse. Uno può voler imparare Python, o no. Uno può *dover* imparare Python, o no. Uno può farlo per cazzeggio, un altro perché spera di farci eventualmente dei soldi. Uno può essere ricco di famiglia e con molto tempo a disposizione, un altro può essere un quarantenne squattrinato che lavora tutto il giorno e si ritaglia un po' di tempo la notte per studiare.


Ma qualunque sia la vostra situazione, avete una cosa in comune: il vostro tempo ha un valore perché è una risorsa limitata. Può sembrare una spesa enorme investire 40 euro o giù di lì per comprarsi un buon libro, e può sembrare che se fai questa spesa poi sei costretto a leggerlo quel libro e a sudarci sopra perché altrimenti hai sprecato i tuoi soldi. E capisco che può essere sgradevole. Ma guardate che il tempo che perdete a seguire certi inqualificabili corsi su YouTube o certe folli "app magiche", quando lo convertite in soldi poi scoprite che è una spesa molto maggiore per un rendimento molto inferiore.


Poi intendiamoci: non è che comprarsi un buon libro, o pagarsi un buon insegnante, va a sapere, sia di per sé garanzia di buona riuscita. Però certo almeno partite col piede giusto, e poi il resto è nelle vostre mani. Ma con tutta la buona volontà che uno può avere, se poi segue una "app" che mostra codice del genere, cosa mai potrà capire? Mah. Comunque, ciascuno si fa i suoi conti e le sue scelte, beninteso.




--- Ultima modifica di RicPol in data 2018-10-16 11:53:00 ---

--- Ultima modifica di RicPol in data 2018-10-16 11:53:14 ---
https://leanpub.com/capirewxpython: Capire wxPython, il mio libro
https://pythoninwindows.blogspot.com: Python in Windows, il mio blog e le mie guide


Pagina: 1



Esegui il login per scrivere una risposta.